Tempo di lettura: 8 Minuti

 

L’abbiamo già detto molte volte: New York non è una città famosa per essere economica. Tra shopping, spettacoli di Broadway e cose da fare i soldi vanno che è un piacere. Ma si può risparmiare a New York? La risposta è si! Vorrei condividere con voi qualche piccolo accorgimento per vivere una vacanza entusiasmante senza tornare squattrinati. Pronti? Si parte!

New York: come risparmiare

  • Aereo

La prima cosa da fare per risparmiare durante l’organizzazione di un viaggio a New York è senza dubbio prenotare il volo con molto anticipo. Se siete flessibili con le date avrete più possibilità di ottenere una tariffa migliore, se invece avete la classica settimana di ferie sabato-sabato ahimè sarà più difficile trovare un volo ad un prezzo conveniente. Il volo va prenotato il prima possibile (fino a 6 mesi prima) e cercate di non monitorare troppo spesso le tariffe (le compagnie aeree registrano le vostre ricerche e il prezzo tende a salire). Appena trovate un’offerta che rientra nel budget, prenotate! Emirates e Alitalia hanno spesso prezzi ottimi per voli diretti dall’Italia all’aeroporto di JFK (per la prima settimana di dicembre abbiamo pagato € 350 a/r con bagaglio in stiva).

Un’alternativa per risparmiare può essere un volo con scalo o addirittura raggiungere una città europea con un volo economico Easyjet o Ryanair e da lì proseguire per New York: in questo caso però dovete fare molta attenzione alle coincidenze e tenervi sempre un po’ di tempo per lo scalo o addirittura per il cambio di terminal. Se viaggiate con due compagnie diverse, sappiate che non sarete rimborsati in caso di perdita del secondo volo.

Controllate su Skyscanner le migliori combinazioni di volo in termini di prezzo e tempo.

  • Hotel

L’offerta alberghiera di New York è ampia e adatta a tutte le tasche. Non prenotate però il primo albergo che vi capita pensando di risparmiare un sacco di soldi -a meno che non vogliate passare una vacanza all’insegna di “hotel da incubo”! Quindi controllate bene le recensioni, decidete quali servizi sono per voi essenziali (colazione inclusa, bagno in camera, letti separati etc) e sceglietelo in base al vostro budget.

Fondamentalmente sono due i criteri principali che influiscono molto sul prezzo di un hotel a Manhattan: la posizione e la colazione.

Di certo un hotel a Times Square costerà il doppio di una sistemazione nel Queens … ma sarete in pieno centro città a pochi passi da tutte le attrazioni e se uscite la sera vi basteranno $ 10 per rientrare. 

Tuttavia la zona centrale è anche la più caotica e potrebbe essere difficile prendere sonno se le camere non sono ben insonorizzate. Io suggerisco sempre e comunque di soggiornare a Manhattan, soprattutto se è la prima volta che visitate New York e non avete tantissimi giorni a disposizione. Oltre a Times Square, dove i prezzi sono superiori alla media, valide alternative sono Koreatown (zona Empire State Building), Greenwich Village (delizioso quartiere tranquillo e a misura d’uomo), Flatiron District e Tribeca. Sconsiglio invece Chinatown, che non offre sistemazioni di alta qualità e la sera può essere un quartiere poco tranquillo e Lower Manhattan, la zona finanziaria, bellissima da visitare di giorno ma disabitata la sera.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la vicinanza alla fermata della metropolitana: è vero che è bello girare a piedi ma se volete visitare tutta la città in pochi giorni i mezzi pubblici vi serviranno eccome!

Anche se la scelta è limitata poiché molti hotel offrono solo il pernottamento, io preferisco optare per sistemazioni con colazione (spesso a parità di prezzo). I quartieri di Manhattan pullulano di caffetterie e bistrot dove servono la colazione anche tutto il giorno, ma – a meno che non vi accontentiate di un muffin e un caffè – una colazione tipica americana può costarvi fino a $ 20; per un dolcetto e una bevanda calda potete invece cavarvela con $ 5-6.

A New York si può risparmiare notevolmente prenotando appartamenti o loft tramite piattaforme come AirBnB o Homeaway: personalmente non li adoro per via di alcune brutte esperienze, ma se spulciate con attenzione e leggete bene le recensioni potete aggiudicarvi una bella sistemazione in qualche quartiere alla moda.

  • Attrazioni 

Non basterebbe un anno intero per visitare tutta New York. E anche quando vi sembra di aver visto tutto, ecco che spuntano nuove gallerie d’arte, musei di arte moderna, grattacieli infiniti, rooftop bar, spettacoli … è una città che si evolve in continuazione e offre sempre nuovi spunti.

Come prima cosa date un’occhiata nelle 12 cose da fare gratis a New York:  troverete alcune idee per visitare musei e attrazioni gratuitamente! Io ho messo i miei preferiti ma ce ne sono tanti altri.

New York: come risparmiare sulle attrazioni

I city Pass: quali scegliere

Un ruolo fondamentale nell’organizzazione e nel risparmio di denaro per un viaggio a New York viene dai vari citypass che si possono acquistare anche prima della partenza. Si tratta di una sorta di “pacchetti prepagati” all’interno dei quale sono già incluse alcune attrazioni (in altri casi potete scegliere voi quali inserire). Oltre a essere convenienti economicamente, vi permettono di saltare le file e avere l’accesso prioritario. Solitamente offrono anche sconti in negozi, ristoranti, crociere sul fiume.

Il New York CityPass, il New York Pass e il Sightseeing Day Pass sono i più conosciuti nonché i più completi. Sono ideali se è il primo viaggio a New York perché troverete tutte le attrazioni principali e vi permettono di risparmiare fino al 50% sul prezzo di ingresso.

  • Il New York City Pass

E’ un carnet di biglietti che dà accesso a 6 attrazioni tra quelle indicate ed è valido 30 giorni. Le attrazioni incluse sono:

1) Osservatorio dell’Empire State Building (è incluso un secondo accesso nello stesso giorno per la salita nel tardo pomeriggio/sera)

2) Statua della Libertà ed Ellis Island (oppure Crociere Circle Line)

3) Museo Americano di Storia Naturale

4) Memoriale e Museo dell’11 Settembre (oppure Intrepid Museum)

5) Top of the rock (oppure Museo Guggenheim)

6) Metropolitan Museum of Art

Il prezzo attuale è di $ 136 per gli adulti e $ 112 per i ragazzi under 18 (sotto i 6 anni sono gratis).

Se avete in programma di visitare tutte e 6 le attrazioni di sicuro il risparmio sarà notevole; vorrei però ricordarvi che:

  • L’accesso a Liberty Island non dà diritto all’ingresso all’interno della statua (per il quale dovete aggiungere in caso $ 21) ma solo al museo antistante.
  • Il Museo dell’11 Settembre è gratis il martedì a partire dalle 17:00 (prevedete sempre una lunga attesa).
  • Il Guggenheim è gratis il sabato dalle 17:45 alle 19:45

Personalmente l’ho utilizzato la prima volta che sono stata a New York ma l’ho trovato un po’ limitante … La seconda volta infatti ho optato per un altro tipo di pass.

  • Il New York Pass

Si tratta di una formula diversa, molto più completa e con una vasta scelta non solo di attrazioni e musei, ma anche tour, noleggi, visite guidate. La card ha una durata a tempo, ovvero da 1 a 10 giorni e non c’è limite al numero di attrazioni possibili nell’arco della durata acquistata. Ma conviene davvero? Secondo me … ni. Il prezzo va da $ 134 per un giorno, $ 180 due giorni, $ 204 tre giorni, $ 233 quattro giorni fino ad arrivare a $ 339 per dieci giorni; per avere un notevole risparmio, bisogna fare in media 3 attrazioni al giorno, che possono essere tante se calcolate le variabili degli spostamenti, la distanza, le code, le visite guidate a orari stabiliti, il tempo etc… di conseguenza è l’ideale se siete degli instancabili camminatori.

Se invece amate visitare la città con più calma, fare shopping, dedicare una giornata a Central Park, passare del tempo nei bistrot o semplicemente camminare a zonzo (che già da sola è un’attività incredibile a NY), forse vi conviene optare per un altro tipo di pass o magari acquistare il New York Pass per uno o due giorni, fare una full immersion di attrazioni e poi passare il resto della vacanza con un mood più rilassato.

Qui trovate l’elenco completo degli ingressi e delle attività disponibili con il prezzo originale di accesso.

  • Il Cityseeing Day Pass

Questo pass ha una formula molto simile a quella del New York Pass, sempre con validità da 1 a 10 giorni ed è molto conveniente se acquistato online perché si può beneficiare di ulteriori sconti e offerte. Oltre alle principali attrazioni di NY, sono compresi anche tour guidati, food tour, ingressi ad alcuni spettacoli. E’ interessante perché include anche un buono da 24 corse al Luna Park di Coney Island, visite a tema e tantissimi tour sugli autobus a due piani Hop On Hop Off, ovvero sui quali si può scendere e salire in qualsiasi punto della città all’interno del tragitto. Lo potete acquistare qui.

 

Ci sono poi alcuni pass componibili, utili se avete le idee chiare su cosa volete visitare o se conoscete già la città e siete già stati nelle attrazioni principali.

  • Il Build your own pass

Non offre una scelta molto ampia ma ci sono naturalmente le principali attrazioni. Al momento dell’acquisto online bisogna selezionare l’attività o l’ingresso desiderato; più accessi si aggiungono più sconto si ottiene. E’ valido 30 giorni per cui non c’è un giorno fisso da rispettare. Lo ritengo molto pratico se conoscete già la città o avete le idee ben chiare sul vostro itinerario. Clicca qui per cominciare a creare il tuo pass personalizzato!

  • Il New York Explorer Pass

E’ quello che ho scelto nel mio ultimo viaggio a New York. Si tratta di un pass componibile ma -a differenza del pass precedente – non si scelgono le attrazioni al momento dell’acquisto, bensì una volta che siete sul posto e avete deciso quale attrazione visitare. In pratica, potete comprare il pass da 3,4,5,7,10 attrazioni e decidere al momento dove andare, scalando l’ingresso (chiaramente deve essere un’attrazione inclusa nell’offerta). L’ho trovato molto utile e pratico perché lascia molta libertà di decidere al momento cosa volete visitare. Siete nei pressi dell’Empire State Building e volete salire a vedere il tramonto? Potete usare il primo ingresso. Volevate fare una crociera ma sta diluviando? Potete usare il secondo ingresso per visitare il Museo di Storia Naturale e via dicendo. Inoltre è adatto se viaggiate con persone che non hanno i vostri stessi gusti così ognuno può visitare ciò che vuole.

Clicca qui se vuoi maggiori informazioni sull’Explorer Pass.

 

New York: come risparmiare sui mezzi pubblici

Attenzione! Nessuno di questi pass citati include i trasporti quindi se non siete venuti a New York per fare la maratona – prima o poi vi toccherà prendere la metropolitana e per farlo dovete acquistare la Metrocard. Una corsa costa $ 2.75 altrimenti esistono due tipi di abbonamento:

  • Pay per Ride Metrocard

ovvero la tessera ricaricabile che vi scala il credito a ogni corsa con un risparmio di $ 0,25 a utilizzo. E’ valida anche per l’ Airtrain da e per l’aeroporto JFK e può essere usata fino a 4 persone.

  • Unlimited Ride Metro Card

 ideale se pensate di usare molto la metropolitana e non volete avere pensieri. Dà diritto a corse illimitate in metropolitana e su autobus urbani e la carta settimanale costa $ 33. A differenza della prima, questa è utilizzabile da una sola persona e non può essere usata due volte a distanza di pochi minuti nella stessa stazione.

 

Districarsi nel mondo dei pass esistenti non è facile perché ne esistono molti altri che non ho menzionato. Io vi consiglio di fare una lista delle attrazioni che non volete assolutamente perdervi e capire se il vostro itinerario sarà ben definito o piuttosto libero; dopodiché confrontate i prezzi dei vari pass prestando attenzione agli ulteriori sconti e omaggi e il gioco è fatto.

Bene, arrivati fin qui avete risparmiato abbastanza? Allora clicca qui per le 12 cose da fare gratis a NY!

Buon viaggio!

 

Ti è piaciuto l’articolo? Allora leggi anche New York: 10 cose imperdibili.